Finali Nazionali Under 15 Eccellenza- Semifinali

Fasi di gioco Finali Nazionali Under 15

Siamo giunti ormai alle fasi finali del torneo Claudio Papini per gli Under 15 Eccellenza, sul parquet del PalaPoggetti si giocano l’accesso alla finale per il titolo Italiano le due formazioni lombarde della A X Armani Exchange Olimpia Milano e Team ABC Cantù Cierre Ufficio. Parte con il piede giusto la squadra di Castoldi che dimostra una maggiore precisione nelle conclusioni, mentre Olimpia pur arrivando a canestro con buone azioni è più sprecisa dei canturini. Anche il dominio sui rimbalzi dei canturini fa sicuramente la differenza ed al fischio finale della prima frazione l’incontro ha già una squadra saldamente al comando, ed è quella di Cantù che è già a +19 ( 7-26 ). Seconda frazione e anche Milano entra i partita recuperando buna parte del gap subito nella prima frazione, coach Castoldi prava a arginare il recupero dei milanesi schierando una difesa a zona 2-3, il risultato non è completamente efficace riesce comunque a rallentare gli attacchi milanesi. Milamo invece continua nella sua difesa ad uomo aggressiva che nella seconda frazione risulta più incisiva ed anche la supremazia  ai rimbalzi non è più così evidente. Si va negli spogliatoi sul punteggio 28-43 con Cantù che può tirare un sospiro di sollievo per un’azione da 5 punti che respinge indietro i milanesi che avevano recuperato fino al -8. Si riprende a giocare e le difese delle due squadre continuano con lo schieramento del secondo quarto, Milano più aggressiva e Cantù arroccata in una zona neanche troppo aggressiva. Milano con questo schieramento continua la sua lenta rimonta ed a metà frazione il gap è di sole 7 lunghezze ( 40-47), poi qualche errore di troppo e qualche palla sfortunata blocca la rimonta ed al termine della terza frazione il punteggio è sul 46-53. Sembra che i canturini non conoscano altro modo di difendere che una zona 2-3 anche questo quarto resterà arroccata sulla campana, obbligando i Milanesi a conclusioni principalmente dalla media e dalla lunga distanza. La continua rincorsa dei milanesi sembra aver raggiunto il massimo risultato, a metà frazione i canturini allungano ancora una volta riportandosi ad un +12 che potrebbe mettere fine alle velleità dell’Olimpia Milano. I ragazzi di Pampani però non sono mai domi, riescono ancora a portarsi sul -9 per poi cedere nell’ultimo minuto, finisce  con il passaggio di Cantù alla finale di domani pomeriggio con il punteggio 61-81.

A X Armani Exchange Olimpia Milano – Team ABC Cantù Cierre Ufficio 61-81 (7-26/28-43/46-53/61-81)
A X Armani Exchange Olimpia Milano: Brasca 2 (1/1, 0/1), Restelli, Galicia* 25 (9/18, 2/8), Trovarelli* 2 (1/5, 0/1), Gioia NE, Martino NE, Alfieri* 8 (3/6 da 2), Longhi 2 (1/1 da 2), Rapetti NE, Bramati* 16 (3/8, 2/4), Garbujo 4 (2/3 da 2), Massoni* 2 (1/3, 0/1). All. Pampani.
Tiri da 2: 21/48 – Tiri da 3: 4/22 – Tiri Liberi: 7/9 – Rimbalzi: 40 10+30 (Galicia 8) – Assist: 2 (Galicia 1) – Palle Recuperate: 8 (Brasca 2) – Palle Perse: 17 (Galicia 4)
Team ABC Cantù Cierre Ufficio: Borella, Redaelli, Proserpio, Moscatelli* 14 (1/3, 3/10), Terragni 17 (2/7, 3/3), Milici 9 (2/3, 1/2), Tarallo* 13 (5/16 da 2), Borsani* 2 (1/8, 0/3), Brioschi, Giannullo 2 (1/1 da 2), Brembilla* 16 (3/9, 2/6), Elli* 8 (4/4, 0/1). All. Castoldi.
Tiri da 2: 19/52 – Tiri da 3: 9/27 – Tiri Liberi: 16/20 – Rimbalzi: 56 21+35 (Tarallo 20) – Assist: 9 (Moscatelli 3) – Palle Recuperate: 8 (Terragni 4) – Palle Perse: 16 (Tarallo 4)
Arbitri: Luchi M., Cassina F.

 

Seconda semifinale sul parquet cecinese il derby romano Stella Azzurra Roma contro Honey Sport City Roma, due formazioni che si conoscono perfettamente e con connotati tecnici e fisici diversi. Primo quarto in equilibrio tra le due formazioni con una leggera supremazia della formazione di Coach Carducci che chiude la prima frazione in vantaggio 21-17. Le due formazioni si affrontano a viso aperto con difese individuali sempre aggressive, ne scaturisce una gara divertente con l’esito incerto anche se la formazione della Stella Azzurra conduce il punteggio con uno o due possessi. Verso la metà della frazione i ragazzi di Carducci prendono in mano l’incontro e e puniscono i cugini dell’HSC per ogni errore commesso in attacco procurandosi un parziale positivo di 11 punti e si porta sul 41-25, una tripla di De Robertis fissa il punteggio 41-28 con cui si va negli spogliatoi. Terzo quarto che consolida la supremazia della Stella Azzurra che incrementa il suo vantaggio e si porta a + 23, coach Di Fonzo prova a schierare una difesa 2-3 aggressiva ma l’andamento della gara non cambia, ed al termine della terza frazione il punteggio è 64-40. L’ultima frazione non consente sussulti e consolida la supremazia della Stella Azzurra che stacca il biglietto per la finale chiudendo sul punteggio di 81-59.

Stella Azzurra Roma – Honey Sport City Roma 81-59 (21-17/41-28/64-40/81-59)
Stella Azzurra Roma: Pugliatti* 6 (3/7, 0/3), Pierini, Sarcinella, Lo Prete 2 (1/3 da 2), Amenta 3 (1/3 da 3), Visintin* 12 (4/10, 0/2), Adeola* 21 (10/16, 0/4), Basilico, Kuusmaa* 9 (1/2, 1/4), Rapini 2 (1/2, 0/2), Jocys* 21 (8/11, 1/2), Salvioni 5 (2/3 da 2). All. Carducci.
Tiri da 2: 30/57 – Tiri da 3: 3/21 – Tiri Liberi: 12/16 – Rimbalzi: 53 18+35 (Adeola 15) – Assist: 23 (Pugliatti 6) – Palle Recuperate: 9 (Pugliatti 3) – Palle Perse: 15 (Jocys 3)
Honey Sport City Roma: Maghelli 2 (1/1, 0/1), Matera* 4 (2/5, 0/3), Serretiello, De Robertis 5 (0/2, 1/1), Tripodi* 19 (7/16, 1/2), Abega Ongolo* 14 (5/11, 0/3), Cannavina*, Miele 2 (1/2 da 2), Marchionne* 7 (2/7, 1/3), Fiorillo 1 (0/2, 0/2), Uzzi 2 (1/3 da 2), Durante 3 (0/4, 0/2). All. Di Fonzo.
Tiri da 2: 19/55 – Tiri da 3: 3/17 – Tiri Liberi: 12/17 – Rimbalzi: 43 16+27 (Abega Ongolo 14) – Assist: 6 (Abega Ongolo 4) – Palle Recuperate: 11 (Matera 3) – Palle Perse: 16 (Abega Ongolo 7)
Arbitri: Morra G., Riggio S.

facebooktwittermailfacebooktwittermail