Di ritorno da una buona gara sul parquet del Pala958 Santero terminata però con il successo della formazione di casa Langhe Roero Alba, i rossoblù giocano di nuovo sul loro parquet casalingo del PalaPoggetti contro la Paffoni Omegna, formazione attualmente nel gruppo a 6 punti in classifica e forse la più nominata tra le piemontesi per il passaggio di categoria ad inizio stagione. Omegna, che ha sostituito con Fioretti l’ex Golfo Piombino Andreazza dopo le gare della Supercoppa, è una formazione costruita per provare la scalata alla serie superiore. Rispetto alla scorsa stagione ha confermato nel suo roster il solo Balanzoni, pivot di grande esperienza e grandi numeri in categoria, portando a casa giocatori esperti sia della categoria che in senso generale. Tra questi il 32enne play Piazza, lo scorso anno a Pavia, ma con esperienze anche in serie A2 con Roseto e Chieti, la coppia di lunghi formata da Planezio e Birindelli, protagonisti lo scorso anno del successo della Bakery Piacenza, la guardia 36enne Bushati che torna in serie B dove aveva iniziato la sua avventura nel campionato 2006 / 2007 con la maglia di Cento, e lo scorso anno protagonista nelle file di Torino in serie A2. A loro si aggiunge l’ala Neri lo scorso anno ottimo componente della formazione di San Miniato. Proprio la formazione toscana ha dato l’unica delusione stagionale ai piemontesi, battendoli sul proprio parquet, e capaci poi di tornare immediatamente al successo nell’ultimo contro la Pielle Livorno. Fuori casa Omegna ha giocato solo un incontro, sul parquet del Pino Firenze, terminato con una vittoria in volata per 67 – 64. I piemontesi in totale hanno un attacco da 72,5 punti per gara, con percentuali buone da 2 punti con il 52%, mentre sono meno precisi da 3 punti con il 25% e dalla linea dei liberi con il 62%. I 40,3 rimbalzi catturati per gara, dei quali 8,8 in attacco, insieme ai 14 assist smazzati di squadra, le garantiscono una buona valutazione di 84 per gara. Per quanto riguarda le individualità si stacca davanti a tutti Balanzoni, autore di 27,7 punti e 11 rimbalzi per gara, che sarà quindi un sorvegliato speciale sia da parte di Milojevic e Zanini che da parte degli esterni per evitare che la palla lo raggiunga facilmente nell’area pitturata dove realizza con un ottimo 66%. Doppia cifra media anche per Bushati, a quota 12,7, poi segue Piazza a 9,3 punti per gara. In casa rossoblù, detto delle attenzioni da riservare ad uno dei migliori centri del girone, saranno importanti anche le marcature degli altri componenti della formazione piemontese e sarà necessario cercare di velocizzare il gioco, evitando nello stesso tempo la perdita di troppi palloni. In settimana i ragazzi di Russo hanno lavorato a fondo sulle situazioni sia di attacco che difensive, mettendo il massimo impegno, ed anche la sfida ad una formazione tra le migliori del girone dovrebbe garantire il massimo impegno sul parquet per tutta la durata della gara la cui direzione domenica 31 ottobre, con palla a due alle 18.00, è stata affidata ai signori Paglialunga di Fabriano e Scaramellini di Colli al Metauro.

FacebooktwittermailFacebooktwittermail