Dopo lea sconfitta casalinga contro Langhe Roero Alba, i rossoblù giocano di nuovo contro una formazione piemontese, la Paffoni Omegna, che è forse la più accreditata tra tutte quelle della regione per il passaggio in categoria superiore. Con i suoi 26 punti, a pari merito con Legnano, la squadra di coach Fioretti, segue in classifica la capolista Vigevano e San Miniato, e nell’ultima giornata è stata capace di violare il parquet della Pielle Livorno per 57 – 68 facendo valere la grande esperienza e fisicità dei suoi uomini ed il ritorno in piena forma dopo un infortunio del pivot Balanzolni. Rispetto alla gara di andata giocata al PalaPoggetti, Omegna ha inserito la guardia ex Piombino Turel, che nelle 5 gare giocate ha confermato le sue doti con la doppia cifra media di realizzazioni, e da 2 gare il play Burini, che è sceso di categoria dopo aver iniziato la stagione nelle file del Nardò in A2. Per Omegna nelle gare disputate sul parquet di casa 6 successi e 2 sconfitte, arrivate entrambe contro le due prime della classifica, Vigevano e Etrusca San Miniato con un attacco da 80,3 punti segnati di media che è il primo ostacolo da superare per i rossoblù di coach Russo. Omegna tira molto bene da due punti con il 55%, mentre è soltanto al 28% da oltre l’arco. Pesano molto nell’economia della squadra anche i 40,8 rimbalzi per gara conquistati quasi 10 dei quali in attacco, che consentono ai piemontesi numerose occasioni di tiro. Per i rossoblù, che combatterono contro la grande esperienza ospite già nell’andata senza riuscire però a ottenere i due punti, una partita che deve servire per ritrovare continuità e aggressività difensiva, anche in vista del recupero di mercoledì prossimo a Piombino contro il Basket Golfo. La gara si gioca al PalaBattisti di Verbania sabato 19 alle ore 21.00 e vedrà come arbitri Nonna di Saronno e Purrone di San Giorgio Bigarello.

 
 

 

 

FacebooktwittermailFacebooktwittermail