Con la disputa delle ultime 5 gare dei playoff della serie B, si è conclusa ufficialmente mercoledì scorso la stagione 2020 – 2021, disputata in maniera diversa dalle precedenti a causa dell’epidemia di covid.

Caroti, Fratto, Del Testa

Il Basket Cecina in questo momento sta valutando attentamente la situazione relativa alla stagione 2021 / 2022, ma non può non sottolineare il grande risultato conseguito da e dei suoi ragazzi, Francesco Fratto e Federico Campanella, che hanno meritatamente conquistato la serie A2con le loro formazioni attuali. Francesco fa infatti parte del roster di Chiusi che ha sconfitto Agrigento, mentre Federico siede sulla panchina della Bakery Piacenza ed ha ottenuto un significativo en-plein vincendo sia la Coppa Italia che il campionato e abbinandoci il premio di miglior allenatore dell’anno. Entrambi hanno iniziato la loro carriera in serie B sul parquet cecinese, con Francesco che ha mosso i suoi primi passi nel basket proprio nel minibasket rossoblù ed è stato poi uno dei punti di forza della formazione, guidata dallo stesso Federico che affrontò nella finale promozione la Mensa Sana Siena. Nella stessa squadra giocava, da capitano, Maurizio Del Testa, altro prodotto del vivaio cecinese, anche lui vincitore poi di un campionato di serie B con la maglia di Cassino. Il pensiero della società e le congratulazioni per il successo ottenuto vanno oltre il naturale affetto che il Basket Cecina dimostra in modo continuativo verso tutti coloro che hanno vestito i colori cecinesi, includendo ad esempio anche Lorenzo Caroti, attualmente a Verona in serie A2 ed in precedenza protagonista anche con le maglie di Reggio Calabria e di Treviglio sempre in A2, oltre che protagonista nelle nazionali giovanili azzurre. Anche Lorenzo faceva parte del gruppo che conquistò la finale e come tutti gli altri ha abbinato la grande voglia di emergere e il duro lavoro in palestra con la possibilità che gli è stata data da parte della società rossoblù. Con i risultati che nel corso degli anni hanno dato ragione ai giocatori, agli allenatori ed alla dirigenza che li ha seguiti con grande passione. I complimenti, anche se la stagione si è fermata proprio all’ultimo ostacolo, vanno anche agli ex rossoblù. Il coach Matteo Pio e i giocatori Leonardo Salvadori e Francesco Forti, che facevano parte della Libertas Livorno, battuta in finale proprio da Piacenza di Federico Campanella.    

 

FacebooktwittermailFacebooktwittermail