La carrellata dei volti nuovi per il Basket Cecina inizia con il pivot Matteo Bracci, 27enne lo scorso anno nelle file dei Basker’s Forlimpopoli dove ha disputato un’ottima annata nel campionato di C Gold dell’Emilia Romagna risultando tra i migliori “lunghi” del girone sia nella media punti realizzati che nei rimbalzi conquistati. Conosciamo quindi più da vicino uno dei giocatori che dovranno portare esperienza e punti nella stagione della formazione rossoblù.

D – Benvenuto a Cecina Matteo, se non sbagliamo la tua prima volta in Toscana, dopo molti anni nella serie C Gold della tua regione. Cosa ti porta in riva al Tirreno?

R – Ciao a tutti e grazie per il benvenuto, si confermo che non ho mai avuto esperienze sui parquet toscani. Durante l’estate sono entrato in contatto con Elio Parietti che mi ha spiegato il progetto. Ho avuto subito la sensazione di trovarmi in un ambiente sano, ambizioso e motivante. La cosa mi è piaciuta e dopo aver conosciuto il coach abbiamo definito il tutto. Non nego che anche l’idea di conoscere una città sul mare come Cecina e la Toscana mi ha attratto molto.

D – Dopo il settore giovanile a Cesenatico, e l’esordio in serie B nella squadra maggiore a soli 18 anni a Ravenna, hai avuto esperienze anche a Isernia, Orzinuovi e per tre anni a Bertinoro e Lugo, sempre con numeri interessanti a cui si aggiunge anche una grande attitudine alla difesa. Doti che si attende di vedere in questa stagione anche il pubblico cecinese.

R – Esattamente, dopo aver fatto esperienze fuori casa, negli ultimi anni ho trovato il mio ambiente nella C Gold dell’Emilia Romagna in cui dimostrare le mie capacità nel pitturato. Aggressività e difesa mi hanno contraddistinto e sono pronto per portare la mia mattonella insieme al resto della squadra per raggiungere traguardi più alti possibili.

D – Trovi una formazione retrocessa dalla serie B dopo tanti anni di permanenza e che ha voglia di tornare a salire di categoria, come del resto ha già dichiarato il presidente. Una voglia che sicuramente è anche la tua

R – Assolutamente si, conosco la storia della società e ho avuto la fortuna di conoscere anche giocatori che ne hanno fatto parte. La voglia e l’ambizione sono i principali motivi per cui ho accettato la proposta. La voglia di fare bene è motivante, partiremo carichi fin dai primi allenamenti per essere pronti al massimo già dalla prima sfida contro Lucca.

D – Cosa può promettere “Brace” ai tifosi cecinesi che sono noti per il loro calore ed affetto nei confronti della squadra?

R – Sicuramente serietà, aggressività e tanta voglia di fare bene. E inoltre garantisco che il pitturato cecinese sarà scomodo per gli avversari.

 

 

FacebooktwittermailFacebooktwittermail