Un altro volto nuovo per il roster 2022–2023 della Sintecnica Basket Cecina è quello di Alberto Puccioni, play/guardia classe 2000 che nella scorsa stagione ha conquistato il successo nel campionato di C Gold toscano con gli Herons Montecatini. Conosciamo quindi più da vicino uno dei giocatori che porteranno freschezza e voglia di lottare nella formazione rossoblù.

D – Benvenuto a Cecina Alberto; dopo aver vinto il campionato di serie C Gold a soli 22 anni hai scelto di proseguire in questo campionato spostandoti a Cecina. Quale è stata la ragione per questa decisione?

R – Ciao a tutti e grazie mille del benvenuto. Fin da quando giocavo contro il Basket Cecina nelle giovanili di Pontedera ho sempre avuto la sensazione che in questa città si respirava basket ed il Basket Cecina fosse una società seria e con valori importanti. Parlando con Giuliano Biancani ho avuto modo di conoscere il progetto che si stava creando, e subito dopo aver parlato con il coach e con i dirigenti ho capito le alte ambizioni della società, soprattutto per quando riguarda riportare al centro dell’attenzione lo spirito cecinese del gruppo che ha sempre contraddistinto l’azione del Basket Cecina e tutta la città.   

D – Ti sei allenato con i compagni di squadra e con il nuovo coach Da Prato in due sessioni molto intense. Qual è il tuo giudizio sulla squadra che è stata costruita e sullo staff tecnico che la guiderà?

R – Sono stati due allenamenti nei quali ho incontrato tante facce familiari e ragazzi cecinesi che conosco molto bene e che mi hanno fatto sentire “a casa”. Parlando con il coach mi sono subito sentito parte del progetto ed ho capito bene la grande ambizione e la voglia di far bene che distinguerà una squadra giovane come la nostra. Ovviamente vogliamo coinvolgere in questo anche tutta la città e cercare di avere il maggior numero di presenze possibili al Palazzetto. Colgo questa occasione anche per ringraziare la società ed il coach per l’opportunità che mi è stata data e non vedo l’ora di scendere sul parquet per fornire il mio contributo a questa squadra.

D – Oltre all’esperienza nella formazione di Montecatini ne avevi avuta una in precedenza nella stagione 2019/2020 a Cassino. Quali sono le differenze maggiori tra queste due categorie?

R – Le esperienze avute sono state due; a Cassino è stato il mio primo anno nella categoria senior e ho vissuto quella stagione come una vera e propria esperienza, oltre che dal punto di vista cestistico anche da quello personale. La seconda, a Montecatini, nella scorsa stagione, è stata molto importante in quanto ho imparato tantissimo sia sul campo, essendo un componente di una squadra tesa alla vittoria come poi in effetti è accaduto, che da coach Barsotti. Nella serie B ho trovato giocatori di alto livello contro i quali ho avuto l’onore di potermi confrontare; dall’altra parte nella serie C Gold toscana ho trovato tanta intensità in più ed anche molta aggressività. In definitiva un campionato di livello molto alto.

FacebooktwittermailFacebooktwittermail